ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO 1 CENTRO STORICO

News

 

3 giugno 2019 Progetto orto – scuola Rosmini

PROGETTO ORTO

Alla scuola Rosmini questa primavera ci siamo dedicati alla cura dell’orto all’interno del nostro cortile.

Ci siamo occupati di:

  • ripulirlo e di estirpare le erbacce, 
  • dipingere le mattonella che lo delimitano allo scopo di valorizzarlo,
  • riempirlo di terriccio nuovo,
  • creare/ suddividere gli spazi dove seminare carote, fagioli, crescione, prezzemolo, basilico, girasoli e narcisi,
  • seminare,
  • innaffiare rispettando il turno settimanale delle classi,
  • verificare e osservare la crescita delle varie piantine ,
  • curare le piantine.

Obiettivi: 

  • conoscere e rispettare l’ambiente, le regole del gruppo, promuovere la collaborazione e l’interazione sociale tra pari, la solidarietà e l’aiuto reciproco.
  • applicare correttamente le metodologie suggerite, conoscere le tipologie delle piante e gli attrezzi necessari per la loro cura
  • migliorare la motricità fine, saper utilizzare strumenti di vario tipo: innaffiatoio, zappe, palette, ecc.
  • migliorare l’autostima, l’autonomia

 

 

 

3 giugno 2019 Visita al museo S.A.S.S di Trento – classe quinta scuola Rosmini

Gli alunni raccontano:

Alle 8:00 di mattina siamo partiti per Trento. Arrivati alla stazione ci  siamo incamminati verso il museo archeologico S.A.S S. Lì ci aspettava la nostra guida che ci ha condotti dentro al museo.

Fare quelle due rampe di scale, è stato come immergersi nella storia, è stata una sensazione bellissima. Abbiamo visto un video dell’antica città di Trento che un tempo veniva chiamata Tridentum. Subito dopo abbiamo osservato le antiche mura della città di Tridentum larghe più o meno un metro e mezzo. Osservarle e toccarle è stato stranissimo;  abbiamo pensato: “Bravi questi romani! Hanno costruito proprio bene queste mura, sono trascorsi più di duemila anni e resistono ancora!”

 

 

29 maggio 2019 Campione provinciale !!!

 

Il 29.05 presso il campo CONI di Bolzano il nostro alunno della scuola sec.I grado I.Alpi Davide Bottazzi si è aggiudicato il titolo di campione provinciale di lancio del vortex nella categoria ragazzi con la misura di metri 51,10!

29 maggio 2019 Gemellaggio- Partnerschaft

   

 

Anche quest’anno le due classi seconde della scuola italiana e della scuola tedesca Chini hanno condiviso un progetto trasversale non solo nelle lingue, ma anche nelle discipline.

Nei mesi di aprile e maggio gli alunni delle due classi hanno preso parte, mescolati in piccoli gruppi, a un lavoro a stazioni sul tema “Api-Biene” che coinvolgeva non solo le materie di tedesco e italiano, ma anche matematica, scienze e educazione all’immagine.

È stato un modo per conoscersi, collaborare e mettere a disposizione dei compagni non soltanto la propria lingua, ma anche le proprie abilità nel comprendere, nel fare e nel relazionarsi.

Il gemellaggio si è concluso con la gita presso un apicoltore che ha arricchito ulteriormente l’esperienza.

29 maggio 2019 Progetto continuità scuola dell’infanzia- scuola Primaria Chini

13.05.2019

            

Gli alunni che il prossimo anno scolastico frequenteranno la prima presso la scuola Chini sono stati invitati a visitare la scuola e a svolgere un laboratorio creativo insieme alla classe seconda. E’ stato un modo per conoscersi, ma in qualche caso anche un ritrovarsi tra bambini che frequentavano la stessa scuola dell’infanzia e un modo per confrontarsi collaborando.

Ci ha fatto molto piacere constatare il vostro entusiasmo e la vostra voglia di “librarvi”in questa nuova avventura. Vi aspettiamo a settembre !

                                                                                                         Gli insegnanti

29 maggio 2019 Il soffio del testo – Chini

   

 

L’ incontro di letture con Nicola Benussi è un appuntamento abituale ed atteso da alunni ed insegnanti della scuola Chini.

Emozioni, sorprese, curiosità e piacere si fondono nell’atmosfera quasi buia e intima del momento. La scelta delle letture e l’interpretazione lascia tutti ammutoliti. I libri e le parole vengono alla ribalta!

 

27 maggio 2019 Gita della classe terza Chini al rio Rivellone

17.05.19 Uscita della classe terza al rio Rivellone

Gli alunni raccontano:

“Siamo andati al rio per fare un’esperienza in collaborazione con l’Eco- Institut sui bio-indicatori. L’esperta ci ha consegnato dei fogli che mostravano delle foto di ambienti più o meno naturali e noi li abbiamo ordinati dal più naturale al più antropico.

Nei corsi d’acqua in città la presenza di bio-indicatori è minore per l’inquinamento causato dall’uomo. Siamo andati così a vedere lo stato di salute del rio muniti di pinzette e contenitori per raccogliere i piccoli organismi. Abbiamo trovato 6 plecotteri, 14 effemerotteri, 11 ditteri, 1 oligocheto, 3 tricotteri, 8 crostacei.

Siamo stati bravi nella ricerca e abbiamo capito che il ruscello è molto pulito e contiene tanti e vari bio-indicatori”.

      

27 maggio 2019 Orienteering classi terza e quarta Chini

03.05.2019 – Orienteering ai prati del Talvera classi terza e quarta scuola primaria Chini

       

Le classi sono arrivate al Talvera e sono state munite di un sensore infilato nelle dita per fare una corsa di orientamento. Guardando una mappa, divisi in coppie, gli alunni hanno corso, orientandosi e cercando le 15 stazione dove inserire il sensore. Questo dispositivo registrava la velocità, l’ordine di convalida e quante stazioni si raggiungevano.

L’esperienza è stata molto apprezzata perché gli alunni si sono divertiti e hanno capito l’importanza di orientarsi in uno spazio aperto

23 maggio 2019 La scuola Ilaria Alpi sulla NAVE DELLA LEGALITA’

Nel manifesto dei ragazzi un messaggio di libertà e forza

Un manifesto sull’importanza di dare voce al giudice Giovanni Falcone li ha portati a imbarcarsi sulla Nave della legalità, proprio in queste ore: è il lavoro che hanno fatto gli studenti della scuola secondaria ‘Ilaria Alpi’, dell’istituto comprensivo Bolzano 1 per partecipare al progetto nazionale “Follow the money. Da Giovanni Falcone alla Convenzione ONU di Palermo contro la criminalità organizzata transnazionale”.

Il manifesto rappresenta alcune immagini simboliche, dalla farfalla che nella sua fragilità vola libera e porta colore e gioia alle mani che si stringono con il pianeta terra sullo sfondo, a indicare la forza e l’unione per raggiungere insieme l’obiettivo di liberarci dalle mafie. E poi l’immagine di Falcone con una delle sue affermazioni preferite dagli alunni: “La mafia non è affatto invincibile”.

Cooperazione, collaborazione, sono alcune delle parole che ricorrono più spesso nel loro manifesto, insieme alla frase ‘Noi ci crediamo’.

“Avevo già partecipato a questa iniziativa e ho voluto portarla anche in questa scuola di Bolzano. L’ho proposta e molti ragazzi si sono appassionati”. “Molti hanno voluto portare all’esame questi argomenti e inserirli nella tesina- ha raccontato alla Dire la professoressa Ornella Garreffa- hanno capito che il problema e’ veramente grande. Ma soprattutto hanno capito che la mafia e’ un atteggiamento, che bisogna stare attenti perché non ci vuole niente a diventare mafiosi”.
La piccola delegazione della scuola Ilaria Alpi assicura: “Faremo in modo di aggiornare il resto degli studenti sull’andamento del viaggio e condividere con loro i passaggi di questa bella esperienza”.

fonte «diregiovani.it» indirizzo “ www.diregiovani.it ” COPYRIGHT 2015 – 2018 – DIREGIOVANI.IT