ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO 1 CENTRO STORICO

Attività didattiche scuola Chini

Print Friendly, PDF & Email

Classi aperte e gemellaggio alla scuola Chini.
Imparare, collaborare e crescere insieme.

Nelle ultime settimane di febbraio gli alunni della scuola, con il solito entusiasmo, si sono immersi nella modalità del lavoro libero. Ogni alunno ha scelto materia, attività e compagno per svolgere una serie di stazioni preparate dagli insegnanti. Ogni lavoro è comprensivo di controllo o autocontrollo; quindi gli alunni, verificata la correttezza del lavoro svolto, possono registrare sul cartellone, apposto in ogni aula, simbolo e colore dell’attività.

Tale strumento permette agli insegnanti di riscontrare l’impegno e le scelte fatte da ogni alunno. Questa sessione di classi aperta si è arricchita, nelle classi terza e quarta, della presenza degli alunni della scuola tedesca. Le classi interessate dal gemellaggio sono state infatti divise e mescolate in modo che i bambini di madrelingua italiana facessero un’esperienza nella scuola tedesca e viceversa. Gli alunni si sono confrontati e sostenuti a vicenda in un clima di timorosa curiosità iniziale prima e di divertita condivisione poi.
Esperienze emotivamente coinvolgenti che hanno suggellato il processo dell’apprendimento.

Tito, Spicke, Jimmy in classe per una settimana!

La classe terza della scuola Chini ha ospitato a febbraio un trio di vivaci lombrichi.
L’ esperienza, resa possibile grazie alla collaborazione con l’Eco-Institut nella persona dell’esperta Elisabeth Mair, ha suscitato interesse e curiosità negli alunni.
I lombrichi sono stati osservati nelle loro caratteristiche corporee, hanno stupito per i loro salti e hanno gradito il nutrimento offerto dagli alunni.
I piccoli eroi, a cui sono stati dati i simpatici nomi dai bambini, sono rimasti in un lombricaio predisposto per loro e i loro 22 simili in classe per una settimana, tale strumento si è reso utile per osservare il comportamento degli esseri nel loro ambiente naturale.
A fine esperienza gli animali sono stati rilasciati in natura per permettergli di svolgere il prezioso compito all’interno della catena alimentare.